Israele

Israele
Palermo 1950

Ex muratore, in seguito a un tormentato evento biografico, decide di diventare eremita circa 15 anni fa. Lascia la famiglia e va a vivere in cima ad una montagna siciliana, dapprima in una grotta, poi occupa un edificio dismesso che inizia a trasformare in un santuario dedicato agli angeli. I suoi temi sono l'Apocalisse, la lotta tra bene e male, lo spirito trinitario, il sacrificio e la redenzione. Simboli ricorrenti la stella di Davide, il cuore, la croce. Realizza da solo suggestive decorazioni a mosaico e pittura in tutti gli ambienti interni dell'edificio, preferendo moduli astratti e geometrici, all'interno dei quali inserisce talora collage di stampe devozionali e figurine di serie. Decora le pareti esterne con sagome angeliche realizzate a stencil e costella di segnali il sentiero che sale in cima, icone o scritte che guidano il viandante. Si dice ispirato dai sogni e dalla missione che gli è stata affidata dall'alto.
Israele, nome che ha scelto per la sua seconda vita, appartiene alla grande famiglia dei “costruttori dell'immaginario”, architetti spontanei della propria casa dell'anima, realizzata senza la patente del mestiere né materiali preziosi, ma con grande sapienza manuale. Non diamo qui ulteriori dettagli per tutelare il suo lavoro che procede ogni giorno.
 
Bibl.: E. di Stefano, Irregolari. Art Brut e Outsider Art in Sicilia, Kalós, Palermo 2008, pp. 63-66; Id., Ambienti visionari in Sicilia: il santuario dell'eremita, in “Rivista dell'Osservatorio Outsider Art”, n. 2, marzo 2011; Id., Necessità dell'eterotopia. Una storia di immaginazione abusiva, in "Mezzocielo", n. 5, ottobre-novembre 2011, pp. 20-23; Id., Margivaganti di Sicilia. Storie di immaginazione abusiva: Giovanni Cammarata e Israele, in G. Mina (a cura di), Costruttori di Babele. Sulle tracce di architetture fantastiche e universi irregolari in Italia, elèuthera, Milano 2011, pp.29-45; Id., L'immaginazione abusiva. Decorazioni e devozioni di un eremita contemporaneo, in MC. Di Natale, Abitare l'arte nel tempo in Sicilia, Flaccovio, Palermo 2012 (in corso di stampa).
 
Referenze fotografiche
Ritratto: Viviana Lo Verde
Opere: 1, 3, 4, 5, 7 Antonio Ferrante; 2, 6, 8, 9 Lucia Palumbo


Le ultime riviste di OutsiderArt

Scopri le storie coinvolgenti di artisti 'naturali' lontani dal mondo dell'arte organizzata.
Ti faremo conoscere da vicino l'altra arte contemporanea internazionale.